Artiste

Lana Prins

Lana Prins è una talentuosa fotografa olandese di ventisei anni originaria di un piccolo paesino in Olanda vicino al mare, che attualmente vive a Rotterdam, nell’Olanda meridionale. Lana ha fotografato le donne con la sua macchina fotografica da quando aveva quindici anni. Romanticismo, sensualità, gioventù e corpo femminile sono l’obiettivo principale del suo lavoro.

Fotografia dalla serie "Undertow", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Undertow“, Lana Prins

Fin da quando era bambina Lana è sempre stata timida e sognatrice. Ogni giorno passava il tempo ad inventare storie di fantasia che la vedevano protagonista in compagnia di altre bellissime ragazze. Romanzare ogni momento della sua infanzia è stato il suo passatempo preferito e questo ha reso più interessante la sua formazione.

 Fotografia dalla serie "Two summers ago", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Two summers ago“, Lana Prins

Un giorno ha preso la macchina fotografica dei suoi genitori, e ha fatto alcuni scatti fotografando un suo amico tra le dune. Da quel momento le sue storie fantasiose hanno cominciato ad entrare nella realtà; sceglieva le pose, i colori, i vestiti che i soggetti dovevano indossare e il risultato finale che vedeva nelle foto, senza rendersene conto, era sempre più simile alle storie della sua mente.

Fotografia di Lana Prins
Fotografia di Lana Prins

All’età di quindici anni Lana scopre di avere un’ossessione: quella per il corpo femminile. Ad attrarre la sua attenzione sono le amiche, la sorella e se stessa nelle espressioni più intime e sensuali. Inizia così a fotografarle e a fotografarsi acquisendo sempre maggiore confidenza con la macchina fotografica e incrementando sempre più la sua ossessione.

Fotografia di Lana Prins
Fotografia di Lana Prins

“Per me è molto importante poter lavorare in modo spontaneo. Con le persone a me vicine è facile lavorare in questo modo e con breve preavviso. Quando ti conosci, sai cosa aspettarti e capisci l’uno l’energia dell’altro. D’altra parte, mi piace anche lavorare con persone che non ho mai incontrato prima. Il fatto che io non sappia esattamente cosa aspettarmi può anche essere molto eccitante. C’è un altro tipo di tensione tra la persona davanti alla mia macchina fotografica e me quando non li conosco molto bene. La mia macchina fotografica mi permette di avvicinarmi alle persone e conoscerle. Questo mi intriga” specifica Lana.

 Fotografia dalla serie "The sea stood up and hugged you", Lana Prins
Fotografia dalla serie “The sea stood up and hugged you“, Lana Prins

Crescendo la sua velata timidezza ha fatto posto alla curiosità, alla vanità e alla accattivante voglia di scoprire. Quasi tutto il suo lavoro ruota intorno alla bellezza delle donne, ai loro corpi e ai fiori, tanto da sviluppare nel tempo una piccola ossessione per questi elementi.

Nei suoi scatti dimostra un talento innato nel catturare la bellezza e l’erotismo del corpo femminile lontano da pose banali, andando oltre il convenzionale e creando immagini capaci di muoversi come un voyeur, tra le zone nascoste del nostro subconscio. Nei suoi scatti, ambientati, a volte, in location esotiche, domina un’atmosfera romantica intrisa di delicatezza. Il suo obiettivo è quello di cogliere la bellezza che la circonda, insita in ogni donna, lasciando spazio alla fantasia dello spettatore.

Fotografia dalla serie "The sea stood up and hugged you", Lana Prins
Fotografia dalla serie “The sea stood up and hugged you“, Lana Prins

All’interno del suo lavoro è possibile trovare sia le foto messe in scena da un punto di vista cinematografico che istantanee incorniciate meticolosamente della vita di tutti i giorni. Lo spettatore viene coinvolto in una storia che può ancora prendere molte direzioni diverse. Attraverso le sue foto, Lana ci racconta storie in cui la linea divisoria tra realtà e fantasia svanisce. Non consegnando tutto immediatamente, sfida gli spettatori a lasciare che la loro immaginazione si scateni e plasmare il corso della storia.

Fotografia dalla serie "Undertow", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Undertow“, Lana Prins

Il suo lavoro è un riflesso della vita quotidiana combinata con una traduzione delle sue più profonde emozioni e pensieri. “Voglio mostrare agli osservatori i pezzi della mia vita: se è qualcosa che è accaduto in quel preciso istante o qualcosa di totalmente sceneggiato, le mie foto mostrano sempre i miei sentimenti di quel momento esatto“. Attraverso il suo lavoro, Lana non solo visualizza le proprie emozioni, ma mira anche a rendere alcuni argomenti più discutibili. Gli argomenti principali del suo lavoro sono l’intimità con se stessa e l’intimità tra gli altri, nonché l’espressione del corpo umano e della sessualità umana.

Fotografia dalla serie "Undertow", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Undertow“, Lana Prins

La maggior parte delle volte le mie foto sono principalmente ispirate da una certa storia nella mia mente o da una certa sensazione che voglio tradurre. Lavoro molto intuitivamente e mi faccio guidare da ciò che mi muove e mi ispira di più in quel momento specifico della mia vita. Ciò si riflette negli argomenti con cui lavoro e nelle traduzioni visive di questi argomenti. Quando ho iniziato con la fotografia ero molto curiosa verso il corpo femminile e stavo esplorando la mia sessualità” dichiara l’artista.

 Fotografia dalla serie "Two summers ago", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Two summers ago“, Lana Prins

Sottolineando la libertà sessuale e raffigurando i corpi femminili in tutta la loro gloria naturale, spera di contribuire a rendere la nudità più facilmente discutibile. Colori vibranti, acqua come elemento unificante e fiori dappertutto sono solo alcune delle risorse che usa per far sentire le persone a proprio agio quando si è nudi.

La sensualità, la sessualità e il corpo femminile sono argomenti che suscitano molto interesse in generale al momento: penso che sia importante parlarne. I social media possono essere ottime piattaforme per diffondere e condividere idee” dice la giovane fotografa.

 Fotografia dalla serie "Two summers ago", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Two summers ago“, Lana Prins

Infatti, la stessa Lana dichiara che “il fatto che alcune persone reagiscano alle mie foto in modi come questi mi dimostra che è importante continuare a fare quello che sto facendo. È importante per i giovani artisti contribuire a formare nuove idee nella società e cercare di apportare cambiamenti attraverso la loro arte. Questo sta già accadendo molto, ed è qualcosa che sono felice di vedere. Spero di essere in grado di cambiare la visione e le riflessioni delle persone sugli argomenti con cui lavoro e spero di ispirare e incoraggiare coloro che possono sentire e leggere le mie immagini. Uno dei miei obiettivi è rendere più discutibili alcuni argomenti come la sessualità e la nudità”.

Fotografia dalla serie "Two summers ago", Lana Prins
Fotografia dalla serie “Two summers ago“, Lana Prins

Link

http://www.lanaprins.com/p/about.html

https://photogrist.com/lana-prins/

https://metalmagazine.eu/en/post/interview/lana-prins-nudity-is-beauty

https://www.subjectmatterart.com/collections/lana-prins

https://www.collater.al/lana-prins/

https://barbarapicci.com/2017/03/07/lana-prins/

https://www.c41magazine.it/lana-prins-two-summers-ago/